25mila€ Covid: Abi chiarisce, le banche non li utilizzino in compensazione di prestiti preesistenti

Alcuni istituti bancari chiedono ai clienti di accedere al finanziamento #Covid da 25mila euro con garanzia del Fondo Pmi, previsto dal decreto Marzo, per compensare prestiti preesistenti, acquisendo di fatto una garanzia pubblica al 100% su esposizioni già in essere prima dell’entrata in vigore del provvedimento governativo.

Ora Abi chiarisce con la circolare 791 che questo non è possibile: «La norma prevede espressamente che la garanzia venga rilasciata a fronte di nuovi finanziamenti».

Il decreto «prevede espressamente – spiegano da Abi – tra le sue caratteristiche che l’inizio del rimborso del capitale non avvenga prima di 24 mesi dall’erogazione» e questo rende incompatibile «tale finanziamento con un utilizzo in compensazione di «prestito preesistente, sia nella forma di scoperto di conto sia in altra forma di prestito». Il motivo è semplice: «La compensazione determinerebbe un avvio del rimborso del capitale prima dei 24 mesi, facendo decadere la garanzia».

Contatta i consulenti del Consorzio Artemide (tel. 08020111) per ulteriori chiarimenti e per essere assistito nella richiesta di finanziamenti #Covid.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *